strisciablog.jpg

Per guardare la vita dall'alto

e vedere il mondo con gli occhi di Dio

COMMENTO AL VANGELO DEL GIORNO

leggi | rifletti | prega | agisci

VUOI RICEVERE IL COMMENTO ALLA PAROLA DEL GIORNO SU WHATSAPP?

icona-whatsapp-300x300.png
civetta_edited.png
Se vuoi ricevere il post quotidiano della Parola del giorno su WhatsApp, compila questo modulo. Ti inseriremo nella bacheca "La Parola del giorno" da cui potrai scaricare il link.

Il tuo modulo è stato inviato!

Cerca
  • Comunità dell'Eremo

Crederci


Dal Vangelo secondo Giovanni

Gv 16,23b-28


In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli:

«In verità, in verità io vi dico: se chiederete qualche cosa al Padre nel mio nome, egli ve la darà.

Finora non avete chiesto nulla nel mio nome. Chiedete e otterrete, perché la vostra gioia sia piena.

Queste cose ve le ho dette in modo velato, ma viene l'ora in cui non vi parlerò più in modo velato e apertamente vi parlerò del Padre. In quel giorno chiederete nel mio nome e non vi dico che pregherò il Padre per voi: il Padre stesso infatti vi ama, perché voi avete amato me e avete creduto che io sono uscito da Dio.

Sono uscito dal Padre e sono venuto nel mondo; ora lascio di nuovo il mondo e vado al Padre».

 

“Chiedete e otterrete”: quante volte lo abbiamo fatto, anche con insistenza, e non abbiamo ottenuto nulla? Ci sembra dunque che, almeno in questo, dobbiamo smentire Gesù facendogli l’elenco di tutte le preghiere andate a vuoto. Anzi, lamentandoci per essere rimasti inascoltati, delusi.

A primo acchito, questa sembra essere l’evidenza: una promessa tradita!


Gesù però non vende come noi false speranze: ciò che dice è sempre verità.

Cos’è che allora s’inceppa tra il chiedere e l’ottenere? Qual è il tassello mancante?

È il credere e l’amare, come ribadisce Gesù quando assicura i discepoli che saranno esauditi se si rivolgeranno al Padre nel suo nome: sarete esauditi “perché voi avete amato me e avete creduto che io sono uscito da Dio”.


E qui c’è la crepa: non otteniamo ciò che chiediamo perché non c’è un’intesa perfetta con Lui nell’amore e nella fede.

L’intesa si fonda e matura quando ami il Signore coltivando nel cuore questa certezza: “Gesù Cristo mi ama, mi ha amato per primo, ha dato la sua vita per salvarmi, e adesso è vivo al mio fianco ogni giorno, per illuminarmi, per rafforzarmi, per liberarmi”.


Noi sì preghiamo ma, al contempo, continuiamo ad avere “uno sguardo incredulo, negativo e senza speranza”, come dice Papa Francesco nell’Evangelii Gaudium (n. 282). Sì preghiamo, ma non ci fidiamo di Lui, al punto da non vedere e non capire che Dio non solo ci esaudisce, ma ci anticipa nei nostri bisogni.


  • L’intesa è credere che Lui più di noi sappia di cosa abbiamo veramente bisogno, a suo modo e suo tempo.


  • L’intesa è credere che ciò che abbiamo sotto i nostri occhi, ciò che viviamo è la risposta di Dio alla più autentica preghiera, quella di Gesù: “Abbà! Padre! Tutto è possibile a te. Però non ciò che voglio io, ma ciò che vuoi tu" (Mc 14,36).


È un mistero grande! Ti ci addentri ogni giorno, eppure ti manca il fiato perché quando la strada è in salita ti sembra che Dio non ti stia aprendo il cammino. Ma Lui è lì, come lo era accanto al Figlio sulla croce, nell’abisso del più crudo silenzio.

Non è forse lì, sulla croce, che si è compiuta la salvezza?

Così sarà anche per noi, se ci fidiamo, se crediamo che Dio trae il bene anche dal male, con la sua potenza e con la sua infinita creatività. Insomma, se quest’intesa con Lui non si spezza sotto il peso della nostra incredulità che c’impedisce di vedere in mezzo agli apparenti fallimenti la fecondità invisibile ma efficace della sua grazia.


“Facile a dirsi!” – penserete.

Ecco perché dopo la Pasqua c’è la Pentecoste: lo Spirito, che “viene in aiuto alla nostra debolezza” (Rm 8,26) farà questo in noi, liberandoci dalla pretesa di calcolare, di controllare tutto, di considerare 'bene' solo ciò che noi 'vediamo bene'. Sarà Lui a illuminarci, orientarci, spingerci dove Dio desidera.


Ecco l’intesa: non “voglio vederci chiaro”, ma “voglio crederci”!

219 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Accogliervi

Lo sposo